Nordic Walking


Il nordic walking è uno sport simile alla camminata a passo sostenuto con l'aiuto di bastoncini: è semplice, economico e adatto a tutti.

Tutti siamo consapevoli del fatto che camminare fa bene alla salute ed alla forma fisica, non è un caso, quindi, che negli ultimi decenni siano nate vere e proprie discipline sportive basate sull'atto di camminare come il nordic walking. In Italia lo conosciamo anche sotto il nome di camminata nordica.

Si tratta di uno sport adatto davvero a tutti, dai piccini agli anziani, e può essere praticato ovunque, dalle palestre alla spiaggia, il centro urbano, la montagna, purché la consistenza del terreno sia abbastanza omogenea.

                                Storia del nordic walking

Le sue origini si perdono nella Scandinavia degli anni '30, quando gli atleti dello sci di fondo si allenavano con questa disciplina durante l'estate.

La nascita ufficiale è stata riconosciuta allo studente finlandese Marko Kantaneva, che nel 1997 presentò la sua sua tesi sul nordic walking.

Nordic Walking

In Italia la disciplina arriva solo nel 2003, prima in Trentino Alto Adige, poi raggiunge le altre regioni.


Oggi questo sport si sta lentamente espandendo anche nel nostro territorio, catturando l'interesse di sportivi e non. Per conoscerlo meglio, andiamo a scoprire i suoi aspetti tecnici e i benefici riportati nel nostro organismo dal punto di vista psico-fisico.

                              Nordic walking tecnica

Si cammina con l'ausilio dei bastoncini che hanno la funzione di spingere il passo e non di sostenere.

                                         I Bastoncini

Sono diversi da quelli utilizzati nello sci o nel trekking: sono dotati di un laccio che consente una buona impugnatura, una punta che si adatta al suolo, anche in città, e sono realizzati in fibra di carbonio o di vetro per cui sono leggerissimi.

  1. La lunghezza del bastoncino dipende dalla propria statura.
  2. Gambe e braccia si muovono a tempi alterni, mimando una camminata naturale ma con un passo molto più lungo.
  3. L'andamento è questo: gamba sinistra e braccio destro, gamba destra e braccio sinistro.
  4. Bisogna mantenere gli addominali contratti mentre le braccia fanno dei movimenti in avanti e indietro seguendo una linea retta.

Con un adeguato allenamento, alla tecnica del passo alternato si possono aggiungere la tecnica di salita e la tecnica di discesa.

Si può anche imparare a fare stretching utilizzando gli stessi bastoncini.

Questi bastoncini sono diversi da quelli utilizzati nello sci o nel trekking: sono dotati di un "lacciolo" che consente una buona impugnatura, una punta che si adatta al suolo, anche in città, e sono realizzati in fibra di carbonio o di vetro per cui sono leggerissimi.

                     

 Benefici del nordic walking

In questa camminata veloce sono coinvolti molti muscoli e s'impegna attivamente tutta la muscolatura. Il tipo di impegno fisico richiesto è paragonabile allo sci di fondo. Anche nella tecnica, infatti, c'è una somiglianza: il movimento è in diagonale e vengono utilizzati i bastoncini. Per questo si ottengono benefici superiori a quelli di una normale camminata.

E' interessato il 90% della muscolatura del nostro corpo e si lavora su resistenza, forza, mobilità e coordinazione. Scioglie le contrazioni a spalle nuca, ottimizza l'attività cardiaca e sviluppa forza e coordinazione.

Questa disciplina migliora il livello di ossigenazione, riduce lo stress e rinforza il sistema immunitario, un vero toccasana quindi contro lo sviluppo di ansia e depressione. Si ritarda l'invecchiamento, si prevengono artrosi e osteoporosi, si riduce il colesterolo; inoltre è ottimo per dimagrire per via del grande consumo energetico (sono coinvolti 600 muscoli), perché si consumano molte calorie. Si allena il sistema cardio-circolatorio ed aumenta anche il senso di equilibrio.

Infine, chi soffre di mal di schiena troverà nel nordic walking un ottimo esercizio per riconquistare lapostura corretta, mentre chi deve riprendere la deambulazione dopo un evento traumatico, potrà riacquisire stabilità, sicurezza e sensibilità dell'appoggio del piede.

Prima di iniziare, consiglio vivamente di iscrivervi ad un Corso Base che vi consentirà, sotto la guida di un Istruttore qualificato ANWI di apprendere i corretti movimenti e imparare la tecnica corretta.

Il fai da te è sconsigliato, per evitare di riportare danni alla propria postura.